Social Network

Rotary Club Cassino

Siamo tra i tuoi vicini, tra i professionisti della tua comunità e del mondo, uniti dal desiderio di contribuire al bene comune. Insieme potremo fare di più.

La Storia

Qui di seguito si riferiscono i momenti più significativi della storia del Club, mentre si rimanda per una informazione più esauriente al volume “Spirito rotariano ed impegno associativo nel Lazio Meridionale” realizzato insieme con i R.C. di Frosinone e Fiuggi in occasione del Centenario del R.I..

Il Club di Cassino nasce nel 1973 con alla Presidenza l’Avv. Vincenzo Golini Petarcone, già socio del R.C. di Frosinone e, quindi, come gemmazione dello stesso.
Inizialmente i soci fondatori furono 19; di questi solo uno è tuttora nel Club.
Le iniziative del Club fino agli anni 80 videro l’organizzazione di convegni di natura medico-giuridico fra i quali, nel 1975, quello su “problemi connessi all’aborto” in coincidenza del referendum sulla legalizzazione dell’aborto.
Dalla metà degli anni 80, finito il periodo, per così dire, di rodaggio, si organizzano iniziative più consistenti quali , l’istituzione del Premio Golini Petrarcone, che prosegue tuttora con successo, istituito per ricordare il presidente fondatore prematuramente scomparso.
Ancora nell’85 un interclub con Pescara e Pescara Ovest culminò con il Forum “Pace lavoro e progresso” che si svolse a Montecassino, relatori Zichichi, Cianci e Pieretti. Nello stesso anno si allacciano rapporti con l’Ateneo Cassinate con l’organizzazione di vari convegni che si sono susseguiti nel tempo.
Fu anche nello stesso periodo costituito il Rotaract che operò per circa un decennio, ma poi si esaurì perchè non si era assicurato un idoneo rinnovamento.
Nel 1989 nasce l’idea di un Premio dedicato al Patrono d’Europa, da assegnare ad uno studioso o ente che si fosse distinto nella divulgazione ed interpretazione della cultura classica. Così nel 1991 i Club di Manresa Bages e di Montelimar sottoscrivono un gemellaggio seguito nel 1992 dal R.C. di Burgos. Nasceva così il Praemium Sancti Benedicti che ha visto il Club di Cassino incontrarsi con i club gemelli, alternativamente in Italia e Spagna per il conferimento del Premio.
Tale Premio è proseguito per vari anni con successo fino a quando a causa di una crisi, per così dire di “crescita”, non si è più riusciti a portarlo avanti.
La stessa sorte ha subito il Premio S.Benedetto Giovani che, dopo un periodo iniziale di notevole successo, aveva assunto dimensioni ingestibili per il Club.
Sempre ispirato alla cultura benedettina fu il Convegno organizzato nel 1992 sul tema “I Benedettini e l’Europa: gli Exultet di Montecassino”, mentre nel 1994, nel Cinquantenario della distruzione di Cassino il Club offrì all’abbazia in segno di pace degli olivi che venivano messi a dimora dall’allora Presidente del Consiglio Ciampi.
Molti sono stati anche i contributi in denaro destinati al territorio e anche per la realizzazione in Costa di Avorio di un ambulatorio medico.
Il Club si è anche interessato al tema dell’orientamento per gli studenti delle scuole superiori di Cassino.
In linea con l’interesse che il Rotary ha per l’ambiente e per il problema dell’acqua in particolare il Club si è anche reso promotore di convegni ed iniziative per favorire lo sviluppo del fiume Garigliano, come via di comunicazione tra due regioni, volano di turismo e cultura ambientalista.
Il Club ha aderito nel 2004 al Protocollo di intesa con il Club di Frosinone e l’Università per il conferimento del “Praemium S.Thomae Aquinati dicatum.”
Per ricordare il Centenario del Rotary International i Club di Cassino, Frosinone e Fiuggi, con l’Università di Cassino-Cattedra di Storia contemporanea, hanno curato la pubblicazione del volume, cui all’inizio, come già detto, si fa riferimento per una conoscenza più completa della storia del Club.
Nel corso degli anni sono stati realizzati vari interclub, anche fuori regione ed all’estero (Svezia ed Australia) ed abbinati a viaggi sociali nelle varie località.
Di particolare rilevanza è stata la partecipazione del Club alla campagna End Polio Now: per l’impegno e i risultati ottenuti ha ricevuto il riconoscimento da parte del Distretto.
Nel 2008 è stato costituito l’Interact, che ha visto i ragazzi impegnati accanto ai rotariani in varie attività, tra cui la giornata di lotta al diabete , che ha visto una notevolissima partecipazione della cittadinanza.
Seguito molto è stato anche il progetto di alfabetizzazione informatica tenutosi nella scorsa primavera.
Proprio in questi giorni è in via di ricostituzione il Rotaract.

Soci fondatori Rotary Club Cassino

Vincenzo Golini Petrarcone
Otello Agostinelli
Renato Bartolomucci
Luigi Belli
Alfredo Bisagni
Marsilio Casale
Ugone D’Amelio
Antonio Di Blasio
Giuseppe Di Lenardo
Mario Festa
Alberto Levi
Mario Mancini
Luigi Marolda
Alfredo Melloni
Francesco Patini
Aldo Recchia
Francesco Roselli
Gianfranco Scarlini
Marcantonio Tibaldi